Le proprietà benefiche del sedano by FoodWineBeer

Le proprietà benefiche del sedano
Le proprietà benefiche del sedano foodwinebeer
Le proprietà benefiche del sedano by FoodWineBeer

Con l’articolo sulle proprietà benefiche del sedano voglio dare il giusto spazio ad un ortaggio che pur essendo presente in numerosi articoli sulla salute by FoodWineBeer, non ne ha ancora avuto uno dedicato.

Ed allora largo all’ Apium graveolens ed al suo giusto deciso che divide nettamente tra chi lo ama e chi lo odia. Poi c’è anche chi è allergico, quindi attenzione, dopo aver letto questo articolo non affrettatevi ad addentarlo come la signorina qui a fianco.

 

Le proprietà benefiche del sedano sono talmente tanti che vi consiglio di mettervi comodi, sappiate che non è stato nemmeno facile fare la ricerca per scrivere questo articolo.

Prendete allora qualcosa da sgranocchiare mentre lo leggete, ma non di troppo calorico. E cosa sgranocchiare se non una bella verdura, magari una carota? E perché no…il sedano!

Andiamo però con ordine, e vediamo di cosa è fatto questo gambetto verde croccante sotto i denti.

Il sedano contiene l’88,1 % di acqua, il 2,3 % di proteine, il ed il 2,2 % di zuccheri (galattosio e fruttosio), l’1,6 % di fibra, lo 0,8 % di ceneri, lo 0,2 % di amido, lo 0,2 % di grasso ed ha poche calorie: apporta circa 18 Kcal per 100 grammi.

Tra i minerali troviamo sodio, potassio, fosforo, calcio, magnesio, zinco, fluoro, rame, selenio, manganese e ferro, poi una lunga lista di vitamine: A, B1, B2, B3, B5, B6, vitamina C, vitamina E, D, K e J. Nel sedano è presente inoltre il beta-carotene (e vai con la tintarella), la luteina e la zeaxantina che sono tutti potenti antiossidanti.

Di ricerche se ne sono fatte tante sul sedano, hanno evidenziato una quantità e varietà elevata di aminoacidi tra cui acido aspartico, acido glutammico, alanina, arginina, cistina, glicina, fenilalanina, istidina, isoleucina, leucina, lisina, prolina, metionina, serina, tirosina, triptofano, valina e treonina. poi c’è una sostanza della famiglia dei flavonoidi con proprietà antiossidanti, chiamata luteolina, che pare sia in grado di proteggere il cervello dagli stati infiammatori.

Ok, quindi cosa succede se lo mangiamo?

  • Una delle prime proprietà benefiche del sedano è quella diuretica, che non si limita al grande contenuto di acqua ma è data dal suo olio essenziale, che svolge un’azione vasodilatatoria dei vasi sanguigni renali, favorendo così la diuresi.
    Ideale quindi fare un infuso con la radice, 15 grammi in una tazza di acqua bollente, infusione per 10/15 minuti ed il gioco è fatto.
  • Proseguiamo parlando di benefici per l’apparato digerente. Esso protegge la mucosa gastrica e diminuisce la produzione di acidi gastrici, con notevole beneficio in caso di gastrite e ulcere. Facilita la digestione e combatte anche il meteorismo aiutando ad espellere i gas intestinali.
  • Il sedano è utile anche come espettorante ed ha proprietà lenitive. Un valido aiuto contro la tosse secca, catarro e bronchite, specialmente se unito a miele, cannella e zenzero.
    Se invece soffrite di infiammazioni alla gola fate un decotto di foglie di sedano mescolato con latte e miele. Bevuto a digiuno è utile a contrastare anche l’abbassamento di voce.
  • Veniamo poi a ciò che ho già detto in un altro articolo, ovvero che il sedano cura l’ipertensione, ed aiuta anche ad abbattere i livelli di colesterolo, grazie (così dicono) alla molecola 3-n-butilftalide.

Quindi con il sedano è tutto oro quel che luccica?

No, ci sono anche le controindicazioni poiché il sedano non va assunto se avete problemi renali poiché li stimola e quindi può sovraccaricarli. Poi è vero che aiuta ad abbronzarsi, ma se ne abusate la pelle può diventare fotosensibile.

E come ho detto in apertura dovete stare attenti alle allergie.

Insomma, c’è tanto da sapere sul sedano, ed allora approfondite l’argomento ai seguenti link, e buona lettura!

http://www.viversano.net/salute/cure-naturali/sedano-utilizzi-terapeutici-e-controindicazioni/

http://www.my-personaltrainer.it/benessere/sedano-in-breve.html

http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/il-sedano-le-proprieta-terapeutiche/

http://www.mr-loto.it/sedano.html