Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda

Ortaia Pergola DOC Aleatico Superiore Terracruda 2012
Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda
Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda

Questo Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda è spettacolare.

A dir poco. Strabiliante forse è ancora meglio come termine.

Aleatico, senza freni, senza censura, senza mezzi termini. 

L’ Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda porta sotto i riflettori quella che era chiamata un tempo Vernaccia di Pergola.

Un vitigno che fa della complessità aromatica il suo forte.

Aromatica ed olfattiva ad essere precisi.

Solo il colore è “normale” il classico rosso rubino intenso, leggermente granato nei riflessi. I suoi 5 anni però non sono tanti, a parere mio non è nemmeno a metà vita.

Veniamo ora al profumo. Una botta di vita, ma anche una sorpresa che mi ha preso in contropiede.

L’aleatico si fa sentire, ma a primo contatto con l’olfatto è dolce e ricorda il passito.

Poi emergono la resina e le spezie. Il tutto con l’alcool a respingere tentativi di annusare avidamente il bicchiere.

Sul finale ci rincuora la marasca, che unita ai fiori viola riporta l’Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda tra i vini da pasto.

Anche se è di abbinamento difficile.

Questo a causa del suo gusto intenso, dove la frutta matura e la confettura vengono di nuovo accompagnati dalla resina che rimane sul fondo e nel retrogusto come in alcuni vini delle isole greche.

Per questo gli abbinamenti con l’Ortaia Pergola Doc Aleatico Superiore Terracruda a parer mio prevedono solo carni di selvaggina fortemente speziate, come cinghiale o capriolo in salmì, ed anche formaggi fortemente saporiti e stagionati.

Insomma la forza è la sua principale caratteristica, ed i 15,5 gradi dell’annata 2012 ne sono una conferma.

Servitelo a 20 gradi in un calice molto ampio, stappatelo almeno 15 o 30 minuti prima oppure nel dubbio mettetelo nel bicchiere a prendere aria.

Ovviamente se dovete guidare scordatevelo, oppure limitatevi ad un bicchiere scarso. Ma limitarsi ad un bicchiere è troppo difficile.

La scheda in sintesi: 

Regione -> Marche.  

Zona -> Fratte Rosa (PU).  

Uvaggio -> Aleatico 100%.  

Gradazione -> 15,5% vol. (Annata 2012)

Prezzo medio -> 12 Euro 75cl. secondo me anche troppo pochi!

Presunte Calorie -> 95 Kcal/100ml.