Le proprietà benefiche dell’ Uva di Corinto

Uva di Corinto Essiccata Dried Zante Currants
Uva di Corinto
Uva di Corinto

Torniamo a parlare di salute e lo facciamo con le proprietà benefiche dell’ Uva di Corinto, un prodotto che si trova già essiccato e confezionato e che ha dei valori nutrizionali non trascurabili.

La trovate anche sotto il nome di Zante Currants, e se questo vi può creare confusione geografica ve la chiarisco tra poco…

Perché in Italiano è chiamata Uva di Corinto ed in inglese Zante Currants (Bacche di Zante o Uvetta di Zante), se Corinto e Zante sono distanti tra loro ?

La verità è che questo tipo di uva chiamata Corinto Nero (Vitis apyrena L.) si trova un pochino ovunque in Grecia, anche nelle isole dell’Egeo come Santorini, dove viene usata per fare dei vini passiti molto buoni e pregiati.

Ed in effetti di uva passa si tratta, ma non è la classica uvetta passa dolce a bacca bianca, perché l’Uva o Uvetta di Corinto è a bacca rossa e mantiene molte delle proprietà tipiche dei frutti a bacca rossa.

Quali sono queste proprietà e che apporto benefico può dare l’uva di Corinto inserita nella nostra dieta?

Tanto per cominciare parliamo dei valori nutrizionali, e mettiamo subito in chiaro che ha molte calorie, 327Kcal per 100 grammi di prodotto.

Ma non ne dovete consumare così tanta. Contiene anche molti zuccheri e carboidrati, circa 70g ogni 100, quindi occhio se siete a dieta.

Finora non sembra nulla di positivo, ma se pensiamo che ha tanto potassio, circa 740mg ogni 100g allora le cose cambiano, perché come ben sapete il potassio aiuta a mantenere regolare la pressione arteriosa, aiuta a tenere i muscoli tonici ed il sistema nervoso in salute.

Dicevamo che l’Uva di Corinto ha molti zuccheri, ma al contrario di quanto possa sembrare non favorisce la carie, anzi grazie agli antiossidanti che contiene aiuta anche a prevenirla.

Inoltre il tipo di zuccheri che ha aiutano a mantenere costanti i livelli di glucosio nel sangue e questo aiuta a prevenire il diabete ed anche a favorire le perdite di peso.

Abbiamo parlato di antiossidanti, ed in effetti come in tutte le bucce di uva a bacca rossa anche nella buccia dell’Uva di Corinto c’è molto resveratrolo, ormai arcinoto elemento a protezione delle cellule, rallentandone l’invecchiamento.

Come quadro d’insieme non c’è male, ed allora come consumare l’Uva di Corinto ?

A colazione ad esempio mettendone una manciata assieme ad uno yogurt o nel latte con cereali, oppure come ingrediente per preparare alcuni dolcetti, anche se da cotte credo perdano parte delle loro proprietà.