Saikebon Paella World Tour Spagna: Provato per Voi !

Saikebon Paella World Tour Spagna Star
Saikebon Paella Star
Saikebon Paella

La prima volta che ho visto lo spot TV del Saikebon Paella World Tour Spagna la mia reazione non è stata delle migliori.

Lo Slowfood, la cucina a Km zero, io che la paella la mangio in Spagna o solo in alcuni ristoranti spagnoli in cui i proprietari sono proprio Iberici, come posso pensare ad un prodotto del genere?

Ma sono largo di vedute, quindi ho messo da parte i pregiudizi ed alla fine l’ho provato, per me e per voi. Vediamo.

Si chiama Saikebon Paella World Tour Spagna ed è prodotto dalla Star, ma in effetti che cos’è?

E’ uno dei prodotti di questa linea di cibi disidratati, da preparare nel microonde o in padella. potete vedere la linea completa qui nel sito ufficiale.

Nella ciotola, in formato disidratato ci sono peperone rosso, piselli, cipolla fritta (cipolla, grasso vegetale di colza e di palma, farina di grano, sale), gamberetti (pochi e piccoli).

In più ci sono due bustine, una di condimento disidratato, ed una di olio d’oliva. L’odore che si respira appena aperto non è invitante.

Saikebon Paella World Tour Spagna appena aperto

Ma come si prepara? Le istruzioni sono semplici e sono scritte in evidenza sul coperchio.

Saikebon Paella World Tour Spagna Istruzioni

In pratica si aggiunge il condimento disidratato al riso disidratato, ai piselli disidratati, ai peperoni disidratati, ai gamberetti disidratati ed a tutto il resto disidratato, mescolando tutto assieme.

E poi? Beh, ci si aggiunge l’acqua fino ad arrivare alla riga, si mescola di nuovo e si mette tutto nel microonde per 5 minuti.

Quando entra è così:

Saikebon Paella World Tour Spagna Star Con Acqua

E quando esce? Beh innanzitutto il Saikebon Paella World Tour Spagna è incandescente, e va lasciato riposare 3 minuti, durante i quali potete aggiungere l’olio d’oliva presente nella seconda bustina, e mescolare.

Adesso bisognerebbe mangiarlo nel barattolo, ma io non riesco a mangiare nemmeno nei piatti di plastica, quindi l’ho messo in un piatto fondo di ceramica.

Questo il risultato:

Saikebon Paella World Tour Spagna Impiattato

Veniamo al dunque, la prova dell’assaggio.

Il profumo è buono e l’aspetto anche, sebbene dei gamberetti in pratica non ve ne sia traccia. Insomma sembra una paella vegetariana, con la differenza che il riso non è croccante, quindi alla fine è un risotto.

In bocca la consistenza è gradevole, il gusto però non è intenso come dovrebbe essere.

E la porzione? Giusta per una persona, e calcolando che il Saikebon Paella World Tour Spagna costa 1,5 euro si può così pranzare ad un prezzo veramente modico.

Il mio suggerimento? Beh, se vi piace la cucina gourmet siamo su un altro genere, però per magiare qualcosa che si prepari in fretta senza farsi il solito panino ci può stare. Ma ci sono ben 392 Kcal in una porzione, e calcolando che riempie poco e che facilmente ci mangerete assieme dell’altro bisogna dire che non butta un occhio alla linea,

Forse un idea potrebbe essere quella di aggiungere poi ingredienti freschi per renderla più completa e gustosa ad esempio i gamberetti che in pratica non ci sono, li potreste acquistare a parte ed aggiungere a fine cottura.

Oppure a me che piace il piccante, mi è venuta voglia a metà piatto di aggiungere dell’habanero fresco sminuzzato.

Un ultima curiosità? Su Facebook la foto del piatto ha riscosso un discreto successo, quindi l’occhio viene sicuramente appagato…