Rotari Brut TrentoDOC

Rotari Brut TrentoDOC
Rotari Brut TrentoDOC

Col Rotari Brut TrentoDOC sono sicuro che vi spaccherete in due.

Non preoccupatevi, non si tratta di un prodotto che vi dilanierà il fisico, anzi il fisico ne esce corroborato, ma prodotti di questo genere creano due fazioni.

Quelli che “il vino non si svende” e quelli che “se costa poco ed è buono allora è meglio”.

Da che parte sto? Scpritelo su FoodWineBeer.it

Penso sia ovvio il mio pensiero sul Rotari Brut TrentoDOC, dato che da anni cerco di promuovere il bere bene a basso costo.

Anche sul bene alcuni hanno giudizi contrastanti.

Per me “bene” significa che il prodotto in questione si lascia bere, ha un buon gusto e caratteristiche gradevoli, senza difetti evidenti.

E questo Rotari Brut TrentoDOC rientra in questa descrizione.

Nulla di eclatante dirà qualcuno, ed è vero ma con 7 euro vi portate a casa un metodo classico, ottenuto con uve Chardonnay vendemmiate a mano e con 24 mesi di affinamento sui lieviti.

Insomma al prezzo di un prosecco nemmeno troppo di alto livello vi potete gustare un prodotto che sicuramente è più incisivo. Poi a qualcuno potrebbe piacere di più il prosecco per la sua componente dolciastra, ma il mio scopo non era paragonarne il gusto.

Intendevo semplicemente dire che per ottenere il Rotari Brut TrentoDOC c’è più lavoro da fare.

Ed allora perché questo prezzo? Forse sta tutto nelle grandi quantità in cui viene prodotto, la cantina che lo produce poi fa parte di un grande gruppo e usa come canali anche la GDO…insomma un insieme di fattori.

Mi scuserete però ora se mi lascerò alle spalle tutte queste considerazioni limitandomi a parlare di come si presenta questo spumante.

Versato nel calice ha un colore giallo paglierino dorato, un perlage fine ma copioso che sale a formare una spuma abbondante, evanescente e che rimane come corona.

Il profumo è erbaceo, tipico varietale con alcuni accenni di fiore e di lievito.

In bocca ritroviamo il perlage che è un pochino invadente, ma alla fine concorre a rendere la bevuta fresca e frizzante, vivace e pulente allo stesso tempo, asciutta nel finale come fosse un pas dosé.

Con un prodotto come il Rotari Brut TrentoDOC ci si fa l’aperitivo o l’apericena, ed io la feci.

Salame tagliato a fette spesse, formaggio d’alpeggio e pretzel o brezel, speck ed altri prodotti tipici del territorio, perché mangiare locale per me è sempre una valida scelta.

Servitelo a 8 gradi in un calice medio, ha 12,5 gradi che non si sentono, non è pesante e la bottiglia finisce in fretta. 

La scheda di sintesi: 

Regione -> Trentino Alto – Adige .

Zona -> Varie zone del Trentino (TN).

Uvaggio -> Chardonnay 100%

Gradazione -> 12,5% vol.

Prezzo medio -> 7 euro nel 75cl. ed in giro c’è anche il Magnum, ci farei un pensierino… 

Presunte Calorie -> 75 Kcal/100ml.