Brut Luigi Coppo Metodo Classico Coppo

Brut Luigi Coppo Metodo Classico Coppo
Brut Luigi Coppo Metodo Classico Coppo

Chiudiamo il 2014 in bellezza con il Brut Luigi Coppo Metodo Classico della F.lli Coppo S.r.l. uno spumante asciutto e pulito a base di Pinot Nero che ha il suo bel perché.

Quale? Vediamolo assieme, ed intanto, Buon Anno.

  

Ultimo articolo del 2014 dedicato al Brut Luigi Coppo Metodo Classico e fa sempre piacere chiudere con un buon vino.

La Coppo S.r.l. con sede in Piemonte in provincia di Asti, si spinge fino all’oltrepò pavese per le uve di Pinot Nero che vengono usate per questo spumante.

Poi un riposo sui lieviti fino a 24 mesi fa il resto del lavoro.

Cosa si ottiene? Il Brut Luigi Coppo Metodo Classico è uno spumante dal colore giallo paglierino chiaro con evidenti riflessi verdognoli, un perlage intenso ma fine che forma una spuma abbondante ma veloce a sparire.

incorporato da Embedded Video

Profumo asciutto, pochi lieviti al naso ed un odore minerale e vegetale, con un filo di mela verde che già annunciano quale sarà il filo conduttore del gusto.

Al palato infatti il Brut Luigi Coppo Metodo Classico è fresco, estremamente fresco e pulito, scivola sulla lingua solleticandola e finisce con una acidità marcata.

Questo lo rende ideale per i fritti, si tratti di pesce o anche di altro, come patate o anche alette di pollo.

Ma non si ferma li, torte di verdure o grigliate di pesce, e in generale può essere anche un valido compagno di aperitivi dove le tartine di salmone e caviale non si sentiranno sole.

Servite il Brut Luigi Coppo Metodo Classico in flute per gli aperitivi o in calice piccolo per il pasto, ad una temperatura di 12 gradi, anche lui ne ha 12 ma non si sentono più di tanto.

La scheda di sintesi: 

Regione -> Piemonte.

Zona -> Canelli (AT)

Uvaggio -> Pinot Nero 100% .

Gradazione -> 12,0% vol.

Presunte Calorie -> 70 Kcal/100ml

Prezzo Medio -> 15 euro 75cl.