Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut

Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut. Di solito prima del nome del prodotto metto una prefazione. Questa volta no, parla lui da solo. E lo fa due volte. Una […]
Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut

Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut

Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut. Di solito prima del nome del prodotto metto una prefazione.

Questa volta no, parla lui da solo.

E lo fa due volte. Una da chiuso, ed una da aperto.

Da chiuso mette subito in chiaro il cambio di rotta, Marchesi Antinori dopo aver acquistato la Tenuta Montenisa mette in evidenza il suo nome sull’etichetta del Cuvée Royale Brut, ed anche degli altri prodotti di tutta la gamma.

Da aperto dà spettacolo nel bicchiere. Guardate qua:

Cuvée Royale Perlage

Sembra una luna, o un cielo con “effetto seppia” in cui scoppiano dei fuochi d’artificio. Invece no è una foto al naturale del bicchiere in cui è stato versato il Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut.

Non è tanto il suo giallo oro carico a colpire, quanto il perlage così intenso da disegnare forme nel bicchiere che variano in continuazione.

E pensare cha la spuma in superficie svanisce poco dopo averlo versato, anche se non troppo in fretta.

I profumi sono intensi e di va dall’agrume alla pesca, dal fiore ai lieviti pungenti, occhio ad avvicinare tropo il naso, le bolle vi saltano addosso.

Non l’ho precisato finora ed anche se non viene esplicitato nel nome,il Marchesi Antinori Tenuta Montenisa Cuvée Royale Brut é un Franciacorta DOCG, e nel gusto, forte dei suoi 36 mesi sui lieviti, si rivela robusto e brioso, con la bolla invasiva che lascia poi spazio ad una fase centrale quasi fruttata, spazzata via dalla freschezza finale.

Abbinamenti a tutto pasto con il pesce, partendo dagli aperitivi e passando agli antipasti freddi, saltando i primi piatti e preferendo i crostacei, alla griglia, al sale o semplicemente alla catalana.

Pollo? Si, ma è un pochino triste, meglio un bel piatto come un coniglio alla cacciatora. (Con il quale però ci starebbe bene anche un rosso…).

Servitelo in un bel calice medio ampio, la temperatura di servizio può oscillare tra gli 8 ed i 10 gradi, lui ne ha 12,5 ma non si sentono tantissimo.

La scheda di sintesi:

Regione -> Lombardia (Brescia).

Zona -> Regione Franciacorta, Cazzago San Martino(BS)

Uvaggio -> 78% Chardonnay, 12% Pinot Nero, 10% Pinot Bianco.

Gradazione -> 12,5% vol.

Prezzo medio -> 15 euro 75cl. 

Presunte Calorie -> 75 Kcal/100ml

Vergari Samuele

About Vergari Samuele

http://www.foodwinebeer.it opinioni su Vini , Birre , Ristoranti e tanto altro !